Hara Setsuko vista da Ozu (Ozu on Hara Setsuko)

Di 27 Novembre 2015

"Faccio film da più di vent’anni ma è raro che un’attrice capisca in profondità ciò che intendo e reciti in maniera superba come Hara Setsuko. La sua gamma espressiva non è ampissima, è un tipo di attrice tagliata per certi ruoli, che sviluppa in profondità.

ozuPer esempio, c’è chi arriva a dire «Hara Setsuko è un disastro» perché con la sua faccia e la sua personalità non riesce a interpretare una donna che urla, o una piccola bambinaia o la padrona di un locale. Credo tuttavia che in quei casi sia piuttosto il regista a rivelarsi incapace, non rendendosi conto che lei non è adatta per quei ruoli.
Un film dipinge le persone e quindi devono emergere l’intelligenza e la cultura anche nei personaggi. In questo senso, si può dire che il modo di recitare di Hara abbia un contenuto profondo. Naturalmente, se si sposasse verrebbero fuori altri lati diversi …
«Hara Setsuko piace solo ai giapponesi», dicono i critici. Questo è un’eccellente commento, è una cosa molto positiva. Ritengo infatti senza complimenti che lei sia la migliore attrice cinematografica del Giappone."

[Asahi Geinō Shinbun, 9 settembre 1951]

Cerca recensione

Sonatine

Appunti sul cinema giapponese contemporaneo

Questo portale raccoglie recensioni critiche di film e documentari giapponesi realizzate da un gruppo di appassionati.

Area Riservata